La Storia di Francesca L.- Gli “ingredienti” e le “dosi” per diventare professionisti

Si definisca attraverso tre aspetti del sula storia di francescao carattere di cui è orgogliosa e tre aspetti che invece vorrebbe modificare”.

- Determinazione, positività, curiosità.

- Poca pazienza, eccessiva precisione, “sognatrice”

 Mai sei aggettivi furono così azzeccati!

Per come l’abbiamo conosciuta durante il periodo di formazione in aula, Francesca era proprio tutto questo messo insieme:

Determinazione nel perseguire gli obiettivi.

Positività e passione per tutto quello che stava facendo.

Curiosità infinita per tutti i particolari e le sfumature della professione.

Poca Pazienza per le attese e per le perdite di tempo inutili (soprattutto sul lavoro).

Precisione nello svolgere i compiti assegnati.

Un pizzico di idealismo sparso qua e là.

Laureata in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, con il massimo dei voti, Francesca è partita dalla Calabria per frequentare l’ Energy Master CTQ (Richiedi Info sul Master) con le valige piene soprattutto di speranze e aspettative per il suo futuro professionale. Da questo percorso si aspettava di poter portare a casa un’ esperienza professionale valida ed una specializzazione direttamente spendibile nel mondo del lavoro.

Conclusa la fase d’aula con tanto impegno e serietà, ha iniziato uno stage presso uno Studio Associato di Ingegneria che si occupa principalmente di progettazione e consulenza ambientale ed energetica. Le sue attività riguardavano aspetti relativi sia alla certificazione energetica che alle autorizzazioni ambientali in materia di emissioni, scarichi e rifiuti.

Durante il periodo di permanenza in azienda Francesca ci scriveva:

Ritengo che l’obiettivo dello stage sia stato pienamente raggiunto. Ho maturato una consapevolezza professionale che prima di questa esperienza non mi apparteneva assolutamente. Ovviamente questo costituisce solo il primo step del percorso che mi porterà a diventare una professionista ma riveste senza dubbio un’importanza fondamentale: senza consapevolezza dei propri mezzi e del ruolo ricoperto in ambito lavorativo, non si va da nessuna parte. Credo sia essenziale specificare che se posso ritenermi soddisfatta degli obiettivi raggiunti e dell’esito dello stage, è anche perché ho iniziato questa esperienza sapendo che il mio limite principale, nonché il mio maggior nemico professionale, era sicuramente la mia forma mentis ancora troppo studentesca e quindi devo ovviamente riconoscere a pieno anche i meriti della fase di formazione del Master che mi ha sicuramente permesso di prendere coscienza di tale limite.”

Attualmente, Francesca sta proseguendo la collaborazione con lo studio, assolutamente soddisfatta e sempre più motivata a proseguire sulla strada della consulenza ambientale ed energetica.

—> Se vuoi maggiori informazione sul Master che ha frequentato Francesca, clicca qui

di G. Petrarca

Stage & Placement Junior Specialist

Lascia un Commento o Richiedi Informazioni...

Lascia un Commento