Intervista Francesca F.: il Master QCePA ed il mio biglietto d’ingresso nel mondo del Lavoro

3-Intervista a Francesca F

Abbiamo conosciuto Francesca nell’autunno 2013 alle selezioni per accedere al Master in Qualità e Certificazione di Prodotto nelle Aziende Agroalimentari e subito ci ha colpito la sua determinazione nel voler acquisire maggiori competenze necessarie per lavorare nell’area controllo qualità e gestione laboratorio di analisi di un’azienda agroalimentare.

Trascorso il periodo di formazione in aula, Francesca ha svolto il proprio stage, durato sei mesi, presso la multinazionale Unilever Italy Holding Srl, leader nel mercato alimentare italiano con i rinomati marchi Algida, Magnum, Lipton, Knorr, Calvè, nell’area Ricerca & Sviluppo per la categoria Ice Cream, stabilimento di Caivano, dove è stata assunta al termine dello stage.

  • Salve Francesca, ci racconti brevemente la sua esperienza di stage in Unilever. Aspetti positivi e negativi se ce ne sono stati.

Il periodo di stage previsto per la mia figura è nato dall’esigenza dell’area Ricerca e Sviluppo (R&S) di Caivano di supportare il Dedicated Team per la produzione di Dessert gelati. In particolare, ho supportato il Responsabile di Linea nelle varie attività di analisi della lista ingredienti e delle etichette per i prodotti IceCream (documentazione obbligatoria a analisi chimico-fisica dei prodotti). Un lavoro, non molto dinamico ma stimolante nello studio di tutte le “regole Unilever” che stanno alla base di una lista ingredienti e, quindi, di tutto ciò che leggerà il consumatore in etichetta. Nel corso dello stage mi sono dovuta interfacciare con tante situazioni, compiti e mansioni che non hanno escluso problemi e quindi difficoltà date soprattutto dalla mia poca esperienza; ma grazie all’ambiente lavorativo collaborativo e sempre disponibile a rispondere ai miei quesiti e/o problemi, nonché alla mia voglia di imparare, sono riuscita a superarle.

  •  Lavorare in una multinazionale come Unilever, che sensazioni le ha dato quando è varcato l’ingresso il primo giorno e continua a darle tutt’oggi?

Inizialmente, quando ho saputo che Unilever mi aveva scelto per lo stage ero confusa, spaesata, mi sentivo inesperta ma la volontà di mettermi in gioco mi ha senza alcun dubbio stimolato. Appena sono entrata in Unilever ho subito respirato un clima amichevole, confidenziale e attento alla persona, a qualsiasi livello, e per questo mi sono sentita a mio agio fin dal primo giorno. La parola che descrive meglio Unilever è “Team”, si lavora tutti insieme condividendo idee ed obiettivi, nonostante qualche volta insorga qualche contrasto, ma si può considerare nella norma trovandoci in un ambiente di lavoro.

  •  Durante i sei mesi di stage ha avuto modo di applicare le nozioni e le competenze apprese in aula durante il Master?

Sì, certo! Da questo punto di vista la partecipazione al Master QCePA di CTQ è stata fondamentale e di grande aiuto, perché oltre ad aver acquisito conoscenze utili che ho poi messo in pratica durante lo stage, il Master ci ha preparato ad essere professionali, ad assumere una mentalità aziendale con responsabilità, a lavorare per obiettivi e priorità.

  •  Quali sono le maggiori difficoltà che deve affrontare nella quotidianità del suo lavoro?

Sicuramente gestire le relazioni con gli altri in un ambiente grande è molto difficile, soprattutto quando si tratta di lavoro. Tutti in qualche modo nel loro piccolo vorrebbero primeggiare, però ci sono momenti in cui bisogna ricordarsi che siamo un team e bisogna “giocare” tutti insieme verso un unico scopo.

  •   La sua più grande soddisfazione a livello professionale?

Quando mi hanno confermata in Unilever alla fine dello stage, credo sia stata la mia più grande soddisfazione e gratificazione del lavoro che avevo svolto.

  • Quale consiglio si sentirebbe di dare a un neolaureato che si trova di fronte le difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro che ormai tutti conosciamo?

Mi sentirei di dire di non mollare mai e di buttarsi sempre con ponderazione ed intelligenza. Non scoraggiarsi di fronte ai primi errori perché tutto, anche gli errori, servono per la nostra crescita professionale. L’impegno è fondamentale ed è importante essere sempre proattivi. Il Master QCePa di CTQ è stata una buona scuola insegnandoci ad avere la mentalità giusta e di approcciarsi al meglio al mondo del lavoro; avere uno schema di organizzazione mentale e fiducia nel ruolo da assumere all’interno nel team di lavoro.

—>> Se vuoi maggiori informazione sul Master che ha frequentato Francesca,clicca qui

 

di L. Ciappi

 

Lascia un Commento o Richiedi Informazioni...

2 commenti

  • francesca scrive:

    Grazie!!! ottimo riassunto della mia esperienza! è stato un piacere frequentare il Master Ctq… mi ha dato tanto!!!

    A presto,
    cordiali e affettuosi saluti,

    Francesca

  • Laura Ciappi scrive:

    Grazie a te Francesca per questa interessantissima testimonianza!

Lascia un Commento