GREEN JOBS: i lavori più richiesti in un settore che non conosce crisi

1-GreenJob

C’è molto verde nel futuro del mercato del lavoro. Energie rinnovabili, efficienza energetica, fotovoltaico, energia eolica e geotermica, gestione dei rifiuti, edilizia sostenibile. Attorno a questi settori ruotano nuove opportunità occupazionali e speranze di crescita per la green economy italiana, una realtà in continua espansione, che in 15 anni ha visto crescere il numero degli occupati del 41%.

Secondo le più recenti previsioni, da qui al 2020 i cosiddetti Green Jobs genereranno oltre 1,2 milioni di contratti di lavoro, con una percentuale di assunzioni under 30 molto alta e con il 42% dei contratti a tempo indeterminato.  In più con il recepimento della nuova direttiva europea sull’Efficienza Energetica 2012/27/UE, le imprese e gli enti pubblici italiani saranno obbligati a ricorrere ad Esperti qualificati del settore Energia per affidargli il compito di eseguire diagnosi energetiche.

Ma quali sono le professioni green più richieste?

Partendo dal settore energetico, si va dall’Energy Auditor che si occupa di effettuare diagnosi energetiche sugli edifici, valutando gli immobili e il loro fabbisogno energetico e pianificando interventi di riqualificazioni; all’Energy Manager, una figura di cui si devono obbligatoriamente avvalere le aziende con grossi consumi energetici e la pubblica amministrazione. Figura ormai ricercata anche da PMI, che vogliono migliorare il proprio rapporto costo/efficienza energetica. Altra figura del settore molto richiesta è quella del Certificatore Energetico in edilizia, ossia colui che certifica le prestazioni energetiche di case ed edifici, effettuando rilievi sull’immobile e stimando il suo consumo energetico medio. Tra il comparto delle energie rinnovabili emerge il Progettista di sistemi a energie rinnovabili, colui che valuta l’impiego di tecnologie diverse (eolico, solare o biomassa) in contesti diversi, dalla città ai campi agricoli e l’Installatore, il professionista a cui è richiesto di disegnare lo schema dell’impianto  ad energia rinnovabile, selezionare i materiali, provvedere a fissaggio assemblaggio e collegamento e valutare i feedback del collaudo.

Anche il settore ambientale promette bene, infatti, l’evoluzione delle tecniche di riciclo dei materiali e delle normative in materia ha alimentato un vero e proprio settore industriale che comprende la raccolta, la selezione e il riciclo dei rifiuti.

Una filiera complessa e articolata che può portare a 400.000 nuovi posti i lavoro in Europa. Tra i profili più ricercati l’Esperto nella gestione d’impianti di rifiuti urbani, responsabile dell’impianto di smaltimento e si occupa di verificare la qualità dei rifiuti in ingresso, il loro trattamento ed è responsabile dell’impatto ambientale delle attività dell’impianto. Il Manager di governo del territorio che organizza e definisce la conoscenza del sistema fisico, socio-economico e urbano di una determinata area; pianifica strategie di tutela del territorio e attività di monitoraggio, dalla gestione integrata dei rifiuti alle verifiche della situazione idrico-ambientale e l’Esperto per il recupero dei materiali, colui che verifica la corretta classificazione dei materiali, del loro recupero e del loro successivo stoccaggio.

Qualunque sia il settore prescelto, è bene tenere a mente poche semplici regole, che valgono non solo per i Green Jobs: no all’improvvisazione e al non si finisce mai d’imparare. Le nuove chances, infatti, appaiono strettamente collegate a competenze specifiche e a percorsi di formazione, in cui i Master rappresentano gli strumenti migliori per prepararsi adeguatamente alle nuove sfide e trovare un lavoro in tempi rapidi nei nuovi mercati verdi in espansione.  

—> Vuoi diventare una delle figure Green più ricercate dal mercato del lavoro? Scopri come diventarlo, richiedi Info sull’Energy Master di CTQ Spa

di I. Saccardi

Stage & Placement Senior Specialist

Lascia un Commento o Richiedi Informazioni...

Lascia un Commento