Expo 2015 ed alimentazione a Milano: conto alla rovescia all’inizio del più importante evento intorno al cibo e le opportunità da prendere al volo

jobslavorostageÈ iniziato il conto alla rovescia all’inaugurazione dell’Expo2015 che vedrà Milano la capitale del mondo dal 1 maggio al 31 ottobre 2015.  Fin dalla sua prima edizione, tenutasi a Londra nel lontano 1851, l’Esposizione Universale è stata il palcoscenico ideale dei traguardi più ambizioni raggiunti dall’Uomo; l’occasione per condividere innovazione, progressi tecnologici e scoperte di grande ispirazione, in grado di contribuire a una trasformazione positiva delle condizioni di vita sociale ed economica del Pianeta. L’Esposizione Universale non ha un fine commerciale ma l’obiettivo di creare una piattaforma di dialogo internazionale tra cittadini, Paesi e istituzioni intorno a un tema di interesse comune. Per l’edizione 2015, Milano si è aggiudicata il primo posto grazie ad un tema di forte valenza sociale, ambientale ed economica: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. È un tema importante che evoca l’allarme lanciato da tempo sia dall’Agenzia delle Nazioni Unite per l’Agricoltura e l’Alimentazione, sia dalle associazioni non governative di tutto il mondo, sui rischi derivanti dallo sfruttamento del pianeta e dal ridursi delle risorse atte a sfamare l’intera popolazione mondiale. Alimentazione e cibo saranno quindi affrontati nei loro diversi aspetti: nutrizione, salute, ambiente, tecnologie, innovazione, cultura, identità e sostenibilità. Il tutto senza perder di vista l’asse principale del diritto ad un’alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutti gli abitanti della Terra con l’obiettivo di:

  • rafforzare la qualità e la sicurezza dell’alimentazione, ossia la sicurezza di avere cibo a sufficienza per vivere e la certezza di consumare cibo sano e acqua potabile.
  • assicurare un’alimentazione sana e di qualità a tutti gli esseri umani per eliminare la fame, la sete e la malnutrizione
  • prevenire le nuove grandi malattie sociali della nostra epoca, dall’obesità alle patologie cardiovascolari, dai tumori alle epidemie più diffuse, valorizzando le pratiche che permettono la soluzione di queste malattie
  • innovare con la ricerca e la tecnologia l’intera filiera agroalimentare, per migliorare le caratteristiche nutritive dei prodotti, i processi produttivi delle materie prime, la loro conservazione e distribuzione;
  • educare ad una corretta alimentazione per favorire nuovi stili di vita
  • valorizzare la conoscenza delle “tradizioni alimentari” come elementi culturali e etnici.

Di fronte allo straordinario tema, di cui l’Italia è considerato un “Paese guida”, il comparto agroalimentare italiano si sta profondamente rinnovando, sia nei prodotti che nelle strategie di comunicazione e vendita, per continuare a proporre nel mondo le eccellenze agroalimentari italiane e fare un vero salto di qualità. Per questo motivo, le opportunità lavorative si moltiplicheranno: serviranno, infatti, nuove risorse qualificate del settore che abbiano competenze nell’ambito della qualità dei nostri prodotti, nella valorizzazione dei prodotti tipici, conoscenze specifiche sulle normative vigenti in tema di esportazione dei prodotti agroalimentari italiani nei nuovi mercati emergenti come India, Brasile, Cina, Russia.

—>> Scopri la nostra offerta formativa per cogliere tutte le opportunità che nasceranno intorno all’Expo2015, clicca qui

di L.Ciappi

Lascia un Commento o Richiedi Informazioni...

Lascia un Commento